Corso we autonomia con navigazione d’altura in Croazia. Indicato per neo patentati.

CORSO AUTONOMIA .

IMBARCO A CAORLE -VE- CON NAVIGAZIONE IN CROAZIA

Durata :1 week end

costo 200 € a partecipante

Anche in questi casi è richiesta autonomia ........

Uno degli aspetti più affascinanti della vela è senz’altro l’inebriante senso di autonomia che ci investe quando molliamo gli ormeggi per una crociera , ma automaticamente quel gesto ci incarica di una  precisa responsabilità nominandoci comandanti  dell’imbarcazione.

A dir il vero, gia da prima avevamo funzioni ben precise e compiti da svolgere, del tipo : abbiamo controllato l’efficienza dell’imbarcazione , sappiamo dove sono sistemate le dotazioni di sicurezza, il meteo è stato controllato, abbiamo pianificato la navigazione ed eventuali variazioni e se si sarà adeguata alle capacità dell’equipaggio , queste è molte altre domande devono obbligatoriamente girovagare per la nostra testa  senza compromettere il magico momento.

Tutto questo carico di responsabilità  si può riassumere in poche parole e precisamente le seguenti:

RESPONSABILITA’- COMPETENZA – VALUTAZIONI DELL’EQUIPAGGIO E DELLE CONDIZIONI DI NAVIGAZIONE.

Con questo corso della durata di un weekend saremo noi a scaricarvi adosso tutte queste responsabilità, cercheremo di analizzare tutte le diverse situazioni citate sopra , in modo da infondervi quella sicurezza e responsabilità che manca a chi non ha grande esperienza.

DURATA : 1 weekend

PROGRAMMA : Imbarco al sabato mattina ore 9,00 circa, breve lezione teorica e verifiche pre -partenza e si salpa , attraversamento dell’Adriatico ed arrivo in Croazia , formalità doganali e scelta dell’ormeggio.

Domenica mattina lezione teorica e partenza per Caorle.

CONSIGLIATO A: Chi è in grado di condurre la barca ma non si sente pronto a gestirla in autonomamente. Particolarmente indicato a neo-patentati e a chi è intenzionato al noleggio senza skipper.

Costo : 200  € , extra: carburante , cambusa e ormeggi in Croazia.

NOTA IMPORTANTE: Mangiata inevitabile di pesce in collaudato ristorante locale è prevista per la serata di sabato…..

PROGRAMMA CORSO AUTONOMIA

PREMESSA

LA BUONA RIUSCITA DI UNA CROCIERA NON IMPLICA LA NECESSITA DI NAVIGAZIONI ECCEZIONALI, MA LA CORRETTA INTERPRETAZIONE DELLE ESIGENZE DI BORDO E DELL’EQUIPAGGIO, E MOLTO RISCHIOSO FARSI INFLUENZARE DALLE RICHIESTE DEGLI OSPITI CHE LEGITTIMAMENTE AVANZANO SENZA COMPETENZE SULLA LORO PRATICABILITA.

Valutazione dell’equipaggio e della competenza disponibile a bordo, da questo punto si decide il grado di navigazione che possiamo affrontare è i rischi che le capacità dei partecipanti ci consentono di affrontare.

Riunione con l’equipaggio ed eventuali ospiti per capire la loro aspettativa dalla vacanza –we, ad esempio: ore di navigazione giornaliere , bagni, valutazione obbiettiva sull’adattabilità dei componenti, necessità di scendere a terra la sera.
Non ostinarsi per il mantenimento di un programma se reso difficile o impossibile dalle circostanze , ad esempio raggiungere forzatamente ed a ogni costo una meta che comporterebbe rischi o navigazione disagiata solo per volerla raggiungere, magari  associata ad un esagerato utilizzo del motore, molto meglio qualche ora di vela in più verso una meta vicina che l’alternativa di parecchie  ore di motore per una meta stabilita e da raggiungere ad ogni costo…, siamo velisti!!
Non tutti a bordo sono consapevoli dei rischi e disagi , spiegateli al vostro equipaggio coinvolgendolo , capirà maggiormente le vostre scelte, a  bordo deve necessariamente esistere un egemonia da parte dello skipper  ma con una decisa responsabilizzazione dell’equipaggio.
Il ruolo di skipper va assolutamente deciso al momento di programmare la crociera e non deve lasciare libere  interpretazioni , magari una consulenza con i più esperti a bordo ammissibile.

IN BANCHINA

Pianificazione della navigazione piana a mezzo del carteggio, rotta da seguire ed esame dei portolani inerenti il porto prescelto per l’atterraggio
Valutazione degli ormeggi alternativi.
Analisi delle condizioni meteo marine e tendenza per i giorni successivi ( vhf , bollettini meteo affissi in marina,internet con evoluzione nei giorni precedenti . ecc..)
Controllo generale delle condizioni dell’imbarcazione e verifica delle dotazioni di sicurezza
Controllo cambusa e necessario per intraprendere la navigazione programmata.

IN MARE

uscita in mare e valutazione della rotta , se sostenibile con la  rotta decisa a mezzo carteggio e rotta alternativa da seguire.
scelta del piano velico in base alle condizioni meteo e il grado di preparazione dell’equipaggio.
se necessario turni a bordo.
se possibile lezione di spinnaker , manovre per la riduzione della velatura in caso di maltempo
L’ARRIVO
analisi della situazione ormeggio e pianificazione dell’arrivo in un porto sconosciuto.
manovre di ormeggio con organizzazione dell’equipaggio hai loro posti
dopo l’ormeggio sistemazione delle manovre e riordino generale della barca , ultima verifica dell’ormeggio prima di abbandonare l’imbarcazione.

Bene ! la barca e sistemata , gli ormeggi verificati . Tutti liberi di esplorare la nuova località!!!!!

I commenti sono chiusi